5 modi per affrontare il periodo delle castagne

Aggiornato il: 15 feb 2020

Siamo giunti al periodo più temuto dell'anno, quello in cui troviamo tantissimi capelli sul pettine dopo il lavaggio e ci rendiamo conto che è arrivato l’autunno: Il periodo delle castagne.

Vi interessa sapere quali sono i fattori che determinano la caduta del capello proprio in autunno? E cosa possiamo fare per aiutare la nostra cute e i nostri capelli a rimanere forti e vigorosi? La caduta autunnale è assolutamente naturale. È dettata dal cambio di temperatura ed ore di luce che affrontiamo. In questo articolo vi darò dei piccoli accorgimenti da adottare per limitare i danni e rendere i capelli più sani e forti. 1) Per prima cosa vi dico che una DIETA SANA e bilanciata è alla base di tutto. Per avere capelli forti e sani è importante mangiare cibi ricchi di vitamine, ferro, zinco, magnesio e potassio. 2) LA DETERSIONE di cute e capelli deve essere delicata, specialmente in questo periodo. Consigli utili per il lavaggio: -Cerchiamo di pettinare i capelli dalle punte alle radici per sciogliere i nodi gradualmente. -Tamponiamo i capelli con il telo senza strofinare. - Preferiamo code morbide. - Un ultimo risciacquo con acqua a temperatura ambiente ed acido citrico aiuta il capello a rimanere lucido e chiude le cuticole. I prodotti che svolgono questa funzione sono Acidella di Parentesi Bio e il risciacquo acido al geranio rosa di Maternatura. 3) Un passaggio molto importante è l'ossigenazione della cute e l'attivazione della microcircolazione con MASSAGGI e SCRUB al cuoio capelluto. Potete utilizzare ingredienti naturali come olio e zucchero oppure preferire prodotti come

Luisanna , Martha di My Sezione Aurea o Caramellino di Parentesi Bio. Cosa altro possiamo fare? la natura, come sempre, ci ha dato tutto l'occorrente: 4) ERBE AYURVEDICHE: gli impacchi di erbe sono fondamentali in questo periodo perchè aiutano moltissimo a contrastare la caduta e fortificare bulbo e fusto del capello. Vi consiglio in particolar modo impacchi di METHI, LAWSONIA, CASSIA, AMLA e BRAHMI. 5) OLI: l’olio di RICINO è un ottimo alleato contro la caduta del capello, è sebo regolatore e riesce a riequilibrare il quantitativo di grasso nei capelli. Li fortifica e soprattutto previene la formazione delle doppie punte. Il ricino è un olio molto viscoso per cui vi consiglio di mixarlo ad oli più leggeri come l'olio di OLIVA, di COCCO, di MANDORLE DOLCI o di SEMI DI LINO! Tutti questi preziosi oli possono essere potenziati creando un OLEOLITO con una famosa pianta anticaduta: il ROSMARINO. Questa profumata pianta è un portento contro la caduta del capello, stimola la microcircolazione e favorisce l’afflusso di sangue al bulbo evitando l’indebolimento e la caduta. Se non si va d'accordo con gli oli è possibile preparare anche un infuso da applicare sul cuoio capelluto. Come ultima cosa mi sento di dirvi che il ricambio capillifero è un fenomeno fisiologico assolutamente normale, l'importante è che l'equilibrio tra crescita e caduta venga mantenuto. Ricordate: per ogni capello caduto ce ne sarà uno nuovo al suo posto! In caso di caduta continua vi consiglio di rivolgervi al medico per qualche controllo!

57 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SPEDIZIONE GRATIS

A PARTIRE DAI 34,90€

CONSEGNA IN

24/48 ORE

CONSULENZA PERSONALIZZATA GRATUITA SU WHATSAPP